MINI VOLUNTARY DISCLOSURE

 

Nuova sanatoria delle attività detenute all’estero da frontalieri o da soggetti in precedenza residenti all’estero.

 

Con il decreto collegato alla legge di bilancio 2018, è stata introdotta una sorta di mini voluntary disclosure per la regolarizzazione delle somme non indicate nel quadro RW della dichiarazione dei redditi da soggetti precedentemente residenti all’estero ed iscritti all’AIRE,  oppure da coloro che nel passato avevano prestato la propria attività lavorativa in via continuativa all’estero in zona di frontiera o in Paesi limitrofi.

La sanatoria è circoscritta alle attività, depositate sui conti correnti o libretti di risparmio esteri, derivanti dai redditi di lavoro dipendente o autonomo prodotti all’estero, nonché dalla vendita di beni immobili detenuti nello stato estero in cui veniva svolta in via continuativa la propria attività lavorativa.

Per perfezionare la regolarizzazione degli importi illecitamente detenuti all’estero, occorre presentare l’istanza di adesione alla procedura entro il 31.7.2018 e versare il 3% del valore delle attività e della giacenza al 31.12.2016 in un’unica soluzione entro il 30.09.2018 oppure in tre rate mensili, consecutive e di pari importo, effettuando il pagamento della prima rata entro il 30.9.2018.

Andrea Calafato