Le novità della Legge di Stabilità sull’efficienza energetica degli edifici

Con la “legge di Stabilità 2017”, sono state prorogate le agevolazioni fiscali previste per gli interventi di efficientamento energetico relativi agli immobili e sono state introdotte nuove detrazioni.

Va innanzitutto segnalato che, in linea generale, l’agevolazione fiscale prevista per gli interventi di efficientamento energetico operati sugli immobili è stata prorogata, sempre nella misura del 65%, fino al 31 dicembre 2017.

La proroga al 31 dicembre 2017 interessa anche le spese sostenute per l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari per un valore massimo di detrazione di euro 60.000. Inoltre, per la detrazione per efficienza energetica relativa agli interventi che interessano le parti comuni degli edifici condominiali, viene riproposto il meccanismo di recupero della detrazione per risparmio energetico a favore dei soggetti c.d. “incapienti” (che non hanno imposte sufficienti da decurtare).

Si prevede cioè di poter optare per la cessione della detrazione a favore dei fornitori dell’intervento. Attenzione: tale credito, inoltre, diventa cedibile anche da parte di questi soggetti!

Inoltre, la detrazione relativa ai lavori eseguiti sulle parti comuni degli edifici può essere incrementata al 70% o al 75%. Infatti, se ’intervento interessa l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda del totale, si raggiunge il 70% di detrazione, e, se invece si raggiungono determinati parametri previsti in un decreto ministeriale di giugno 2015, la detrazione spetta in misura del 75%.

La sussistenza delle condizioni per l’applicazione della detrazione “potenziata” al 70%/75% dovrà essere asseverata da professionisti abilitati che effettueranno la comunicazione prevista all’Enea.